Vive e lavora a: Roma

Categorie: Fotografia

Numero opere: 12

Range di prezzo: 200 - 600 €

Carlo Tonti


Carlo Tonti nasce a Isernia nel 1988, cresce a Sulmona per poi trasferirsi a Roma per gli studi universitari. Laureatosi in Finanza Aziendale presso l’Università Luiss di Roma, si sposta a Milano per seguire un master in Management delle Aziende farmaceutiche presso l’Università Bocconi.

L’interesse per la fotografia nasce senza un percorso ben delineato, l’avvicinamento e poi lo sviluppo di una passione sempre più forte è il frutto di un processo rapido e avvincente che inizia nel corso dei mesi trascorsi in Norvegia per motivi di studio. Tanti furono gli elementi che contribuirono ad innescare la miccia della passione, a pesare più degli altri fu sicuramente il costante contatto con la maestosa e sorprendente natura Norvegese con le sue magiche atmosfere fiabesche. Proprio la volontà di documentare e mantenere memoria della bellezza dei luoghi nonché l’intensità dei momenti vissuti, spinge e alimenta l’iniziale interesse per la fotografia. Questo iniziale interesse va approfondendosi sempre di più nel corso del tempo e insaziabile si sposta lungo le mille direttrici che l’esplorazione della fotografia consente di percorrere, dal paesaggio al reportage.
La tecnica fotografica viene studiata come fosse un linguaggio per imprimere alla luce il senso dei pensieri suggeriti dall’attimo. La produzione di questo periodo iniziale non presentava però ancora una chiara cifra stilistica o un obiettivo ben delineato ma rispondeva semplicemente alla voglia di creare e alla curiosità di sperimentare. Come già accennato, la fotografia paesaggistica è il primo passo verso questa esplorazione, ma già in partenza si evince come la semplice raffigurazione della realtà, pur comunicativa e intensa che possa essere, non sarebbe stato un punto d’arrivo. Già nei primi tempi vengono difatti inseriti elementi nuovi e caratterizzanti rispetto alla foto paesaggistica classica. Con il passare del tempo la ricerca inizia a prendere una sua direzione ben definita e la fotografia prende una sua connotazione marcata e personale. La maggiore consapevolezza dei mezzi e uno stile maggiormente definito si lega a questo punto ad un progetto fotografico definito e le foto iniziano a mostrare una chiara omogeneità stilistica. A caratterizzare la produzione artistica è quindi la ricerca di atmosfere sfumate e confuse, in cui la realtà ritratta viene distorta e comunicata attraverso l’uso di riflessi e trasparenze; l’effetto velatamente distopico è dato dalla raffigurazione dei soggetti e dei paesaggi che si mostrano attraverso diversi materiali, come il vetro o la stoffa, atti a creare giochi di luce e di colore che aiutano a rendere l’idea di una società dai confini poco chiari e di un mondo pieno di contraddizioni. L’intento è quello di realizzare fotografie in cui identità e luoghi si fondono in una silloge di luci e di ombre. Le foto sono caratterizzate da forti contrasti, una grana evidente; composizioni molto asciutte al limite del minimale si alternano ad altre in cui l’occhio si perde in mille dettagli.

Carlo Tonti dal 2015 collabora con la casa editrice La Ruota Edizioni cedendo le sue fotografie per la realizzazione di copertine di romanzi e raccolte di racconti. 

Le collezioni


Trasparenze