AD gallery - Fiere di arte contemporanea


MIA PHOTO FAIR / 2021

"La materia dei sensi #02"

MIA PHOTO FAIR

7>10 ottobre 2021 - Milano
AD Gallery / STAND 24 / Corridoio D

 

Il progetto espositivo proposto al MIA PHOTO Fair 2021 comprende la partecipazione di 4 autori che hanno già maturato una lunga esperienza nella ricerca fotografica concettuale:

Riccardo Bandiera " Hiraeth"
Montserrat Diaz "Ritratti senz'anima"
Diego Dominici "Atman"
Alberto Desirò "Armonia e perfezione"

>> miafair.it/espositori/ad-gallery

 

 

Richiesta inviti:

Se siete interessati a visitare il nostro stand al Mia Photo Fair, scrivete a alberto@adgallery.it

 

THE OTHERS / 2021

“Confini invisibili”

THE OTHERS

4>7 novembre 2021 - Torino

Ci sono confini nascosti, invisibili, che ognuno ha dentro di sé, come quelli superati, spostati in avanti o trasformati in ossatura che protegge e rende individui unici.

E’ possibile vivere in un mondo senza confini? E’ auspicabile? La nostra unicità non è forse dettata proprio dalla presenza di un confine tra “io sono io” e “tu sei l’altro”? Non è proprio in questa terra di confine che avviene il processo di conoscenza del sé’ e dell’altro?

Quale forza riesce ad assottigliare la linea di confine fino a farla diventare valicabile? L’amore? La determinazione? La curiosità? La vita stessa?

Cosa accade all’animo umano quando varca il confine della ragione, della decenza, della sopportazione, di tutto ciò che credevamo impossibile? Qual’è il confine tra immaginazione e immagine?

L’arte è confine da superare o meta da raggiungere? 

 

Autori in mostra:

Riccardo Bandiera "Nantes Lubricis Pelagi"

Diego Dominici "Atman"

 

Richiesta inviti:

Se siete interessati a visitare il nostro stand al Mia Photo Fair, scrivete a alberto@adgallery.it

ARTE IN NUVOLA / 2021

"Crononauti"

ARTE IN NUVOLA

18>21 novembre 2021 - Roma

 

AD Gallery sarà presente con una collettiva di autori nel settore NEW ENTRY della fiera d'Arte, uno  spazio dedicato all’arte, a quella che sarà probabilmente l’arte di domani. Non solo emergente, quindi, ma radicalmente sperimentale, dove si modellano i nuovi linguaggi espressivi accanto a quelli dei new media.